Verso un Manifesto

Insieme di pratiche filosoficamente autonome ovvero una pluralità di sguardi filosofici, capaci di intrecciarsi, di comprendersi, di significarsi ulteriormente nella reciprocità del confronto, ma al tempo stesso l’impegno per la nascita di una comunità di ricerca liberata dove ci si augura che la gerarchia dei rapporti lasci spazio e tempo alla creazione di reti caratterizzate dalla convivialità, dalla spontaneità delle relazioni e dal coinvolgimento. Dialogheremo con il mondo delle università, con le associazioni filosofiche (e non solo filosofiche) e con tutte le realtà che hanno il piacere del confronto.

Insieme di pratiche filosoficamente autonome ha come proposito quello di dare vita a percorsi di approfondimento, ricerca e formazione intorno alle pratiche di filosofia. C’è, in questa prospettiva, un’idea di filosofia come orizzonte desiderante, laboratorio ed esercizio critico. In questione la continuità fra teoria e prassi, fra riflessione teoretica e impegno per il cambiamento. Particolare attenzione verrà dedicata al rapporto fra infanzia e filosofia, alla philosophy for children e al suo possibile fluire in post philosophy for children, alle diverse esperienze di philosophy for community e pratiche di filosofia che in questi ultimi anni hanno trovato realizzazione in una pluralità di contesti.

Insieme di pratiche filosoficamente autonome desidera essere un tempo liberato, un tempo che si fa spazio e uno spazio che prende tempo, uno spazio collettivo intorno alla filosofia e alla molteplicità delle sue espressioni. Un arcipelago paradossale dai confini gioiosamente indefiniti, incerti e disattesi. In gioco i millepiani delle pratiche di filosofia in generale e l’orizzonte della philosophy for children-community in particolare e gli scenari in grado di sperimentare tali proposte: scuole, organizzazioni, comunità, spazi pubblici e altro ancora. Sosteniamo l’idea di una filosofia in grado di ritornare essa stessa a scuola per ri-articolare le sue modalità, per ri-disegnare la geografia dei meccanismi di organizzazione del suo pensare e del suo sapere.

Insieme di pratiche filosoficamente autonome è anche un nome, il nome di una molteplicità (insieme) che cerca di avvicinare l’impegno quotidiano, la prassi (pratiche), mettendo in gioco i propri pensieri, le proprie idee con particolare sensibilità verso le istanze di libertà, uguaglianza, auto-organizzazione, (filosoficamente autonome). La filosofia, in questa prospettiva, non intende raggiungere particolari obiettivi, non intende possedere a tutti i costi contenuti, diviene, piuttosto e soprattutto, avverbio, esercizio permanente di ricerca, attenzione alle modalità, ai mezzi che intende abitare.

Insieme di pratiche filosoficamente autonome auspica la costruzione di una rete solidale e libertaria, sensibile alle differenze, accogliente, in grado di coinvolgere criticamente e autocriticamente una pluralità di soggetti al fine di permettere la messa in gioco di ulteriori stili e modi di impegno e lavoro filosofico.